ANICA: "CAVALLI NATI E ALLEVATI IN ITALIA...FOTOFINISH AL GALOPPO"

Guida Allevamenti

LA RISCOSSA DEI CAVALLI ITALIANI: GRANDE ZAG DI GALLURA A PISA

Pubblicato martedì, 20 novembre, 2018

 

San Rossore ha ospitato domenica 18 novembre due prove per PSA.

Nel Premio Coreano, per i 3 anni sui 2.000 metri, per la prima volta un cavallo italiano ha battuto i blasonati stranieri che vivono all'estero o, come in questo caso, in ippodromo a Pisa.
Zag di Gallura (Ulumu x Fata dei Nulvi), il bel grigio del socio ANICA Massimiliano Narduzzi, ha vinto di misura nella corsa che ha visto la partecipazione anche di Zoe di Gallura di proprietà di Giovanna Picconi.
L'allevatrice e socia ANICA citata aveva in corsa due suoi prodotti uno dei quali, Zoe, favorito.
Dopo aver corso da leader, Zoe ha probabilmente confermato di non gradire la distanza; sul traguardo sono piombati tre cavalli in lotta; a spuntarla di misura è stato Zag. Lo stesso Massimiliano Narduzzi dichiara: "Zag non correva dal mese di giugno, da quando in una corsa a Chilivani venne disturbato da un altro concorrente. A seguito di questo episodio ho approfittato per metterlo a riposo e dargli ancora un po' di tempo per maturare. Probabilmente la mia scelta si è rivelata azzeccata perchè già in allenamento prometteva. Sono sincero, sapevo che poteva fare bene ma di certo non mi aspettavo questo risultato.
Ora vado avanti senza fare progetti perchè una rondine non fa Primavera come suol dirsi. Vedremo strada facendo."
Un altro cavallo ANICA ha partecipato alla terza edizione della Moutai Cup, trattasi di Verdigo (Logodurese) di Francesco Verachi che ha chiuso al quinto posto nella corsa vinta dal portacolori svedese Ayman.
A San Rossore ha debuttato con successo anche il cavallo di origine Tunisina del socio ANICA Damiano Clementi, Ijaba V che fu ritirato a Chilivani per la caduta del fantino alle gabbie.
La gara di San Rossore ha segnato un giorno importante perchè nonostante fossero presenti vari cavalli stranieri, nonché cavalli che vivono e si allenano a San Rossore, il cavallo italiano ha saputo mettere la testa avanti sottolineando il trend in crescita e soprattutto ha ribadito con forza che sacrifico e lavoro possono ripagare.
Foto concesse gentilmente da Pietro Coscia e Alfea - Ippodromo San Rossore

 

7 di 233

© 2013 ANICA - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy

Il sito ANICA utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione e per fini statistici anonimizzati.
Consulta l'informativa sulla privacy oppure continua la navigazione del sito cliccando sul bottone OK qui a fianco.