RIPRISTINATO IL SITO INTERNET ANICA

Guida Allevamenti

3 ANNI DI APPASSIONATO IMPEGNO PER ANICA. RIPERCORRIAMO I MOMENTI SALIENTI

Pubblicato lunedì, 06 maggio, 2019

 

In questa nota si vogliono ripercorrere rapidamente i passaggi salienti e le decisioni più importanti prese nel triennio in scadenza da parte dell'attuale Consiglio Direttivo ANICA.
La dedizione verso il Purosangue Arabo, l’allevamento, la promozione della immagine della razza, le azioni di sostegno e rilancio di tutti i settori di interesse che ruotano attorno a questo piccolo grande universo allevatorio, sono state le costanti che hanno guidato il Direttivo e che conducono oggi l'ANICA verso il rinnovo delle cariche che avverrà il giorno 19 maggio a Roma.

Il primo elemento che balza all’attenzione è il trend positivo riguardante le nascite dei PSA in Italia: una funzione in costante crescita, per lo più in controtendenza rispetto ad altre realtà allevatoriali che registrano cali sempre più netti e preoccupanti, segno che le politiche adottate dall’ANICA hanno riscosso la fiducia degli allevatori e dei neofiti che si sono avvicinati all’allevamento.

Con un bilancio ANICA corretto ed approvato, ripercorriamo brevemente e schematicamente le decisioni più importanti del triennio 2016-2019 firmate dall'attuale Direttivo.

INTERVENTI GENERALI

- Nonostante la situazione di stallo del settore ippico in larga parte del mondo e dell’Europa in particolare, ANICA è stata capace di produrre risultati positivi a partire dalla partecipazione di cavalli Purosangue Arabi nelle manifestazioni di maggior rilievo.

- E’ stato rinnovato il regolamento del Repertorio Stalloni 2018. E’ stata abolita la procedura di rilascio da parte dell’ANICA nonché di scambio tra Proprietari o Detentori degli stalloni ed i Proprietari delle fattrici dei cosiddetti “Coupon di monta”.

- In questa linea di semplificazione delle procedure sono stati variati alcuni moduli che meglio chiariscono le differenze tra Leasing e Cessione del Diritto Allevatoriale e coprono meglio situazioni che conducevano in precedenza ad alcune difficoltà interpretative; inoltre, come conseguenza dell’abolizione dei coupon di monta, si è semplificato il Mod. 7 di dichiarazione di attività degli stalloni.

- Importante passo avanti è stato fatto per quanto riguarda il discorso assegnazione titolo di ALLEVATORE.
E' stata annullata in quanto portatrice di confusione ed interpretazioni sbagliate, la facoltà di cedere il titolo di allevatore prima della nascita del puledro.
Il titolo di Allevatore spetta ora (in linea con la previsione maggiormente seguita nel mondo) solamente all’allevatore Socio o non Socio che ha scelto e deciso l’accoppiamento e che è proprietario della fattrice al momento dell’accoppiamento.
E’ stata poi fissata la norma che regola la cessione dei diritti sui premi a seguito di definitivo passaggio di proprietà.

- Sono stati avviati e portati a compimento due corsi uno per Giudici ed uno per DC/Ring Master, segnale di rinnovamento per tutto il comparto show.

- Si è deciso di avviare la Sanatoria per iscrizione cavalli nati in Italia e/o importati, con lo scopo di ridurre i costi di iscrizione, applicabile a tutte le richieste di iscrizione di cavalli di proprietà di Associati ANICA in regola con la tessera anno 2016

- Si è stipulata una convenzione ANICA-ASI Associazioni Sportive e Sociali Italiane - Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI.

- Si è dato avvio ad una maggiore penetrazione dell’immagine del cavallo arabo in Italia con la sistematica divulgazione delle notizie riguardanti tutto quanto concerne ANICA ed il mondo degli eventi, sia su stampa specializzata che sui social network.

- Si è dato inizio ai lavori per la realizzazione di una nuova piattaforma informatica più performante che dovrà consentire anche una maggiore interattività dei soci, e disegnare un sito ANICA più moderno e più facilmente interagibile.

- Durante uno degli ultimi Direttivi, ANICA ha fissato la tariffa per l’importazione temporanea, anche per i soggetti che entrano ad esempio per allenamento.
Per il cavallo che entra in Italia temporaneamente non c’è obbligo di iscrizione all’ANICA ma solo in BDE. Verrà registrato solo se il cavallo entrasse in Italia per motivi di riproduzione.

SHOW - GALOPPO - ENDURANCE

- Nel settore degli show di morfologia, si è registrato l'incremento di adesione al Campionato Nazionale di passando dagli 86 soggetti partecipanti dell'edizione 2014 di Città di Castello ai 109 del 2015 ad Arezzo ma ancora dai 102 di Paestum nel 2016 (ricordiamo che non si disputò il Futurity) ai 94 di Roma nel 2017; fino a giungere al 2018 dove si è raggiunto il brillante risultato di 114 presenze.

- Si è dato corso all’ estrazione a sorte dei giudici, dc e ring master per il Campionato Nazionale Italiano, che molti soci hanno apprezzato e che da tempo chiedevano fosse ripristinata.

- Va peraltro segnalato che dopo ripetute negative prestazioni sulla qualità dei servizi resi dall’Ente Fiera di Verona per 3 anni consecutivi e che hanno posto l’ANICA in seria difficoltà sia con i propri allevatori, sia con gli espositori internazionali, culminati con un incidente con ferimento che ha visto coinvolta una spettatrice e che hanno condotto financo l’ECAHO a porre in serio dubbio la conferma per l’Italia della organizzazione dello Show Campionato Europeo, l’ANICA ha dovuto, suo malgrado, interrompere ogni iniziativa con la Fiera di Verona. Nella consapevolezza dell’importanza che per molti allevatori tale appuntamento riveste, si formulano gli auspici che il rapporto possa in futuro riprendere, ma ovviamente in termini di qualità dei servizi che si posizionino su nuovi e molto più elevati standard.

- Il sostegno alle varie attività sportive, anche se ANICA non ha questa mission da statuto, è stato importante ed è stato perseguito nell’ottica di implementare l’allevamento di qualità. Il dato che salta subito gli occhi è il numero di iscritti alle varie competizioni, sempre in costante aumento.

- Nel settore corse tante sono state le novità introdotte, come l’avvio di un calendario di corse Internazionali di massimo livello che l’Italia non aveva mai avuto prima, fino ad arrivare in meno di 2 anni alla Prima Corsa di Gruppo 3 che quest’anno addirittura sarà raddoppiata, e come ulteriore fiore all’occhiello la prima Listed Race per Arabi della storia del galoppo in Sardegna.

- ANICA ha allacciato importanti relazioni internazionali che hanno infine consentito lo storico ingresso nel settore corse dei PSA ANICA di importanti e diversi sponsors tra i quali anche Sua Altezza lo Sheikh Mansoor bin Zayed Al Nahyan che ha generosamente destinato importanti montepremi in varie manifestazioni in Italia e soprattutto in Sardegna.

- Sempre nel mondo corse, ANICA ha ricevuto, nell'ultimo triennio, molti riconoscimenti tra i quali quelli del Presidente dell'IFAHR (L’Organismo Internazionale e Vice Direttore del Comitato Organizzatore della UAE President Arabian Horse Cup Series, Faisal Al Rahmani. Egli ha manifestato vivo compiacimento per la notevole interazione con l’IFAHR e la grande attenzione che ANICA sta dedicando al mondo delle corse dei PSA.

- Si è lavorato con il Ministero MIPAAF, per sostenere lo sviluppo delle corse internazionali, arrivando ad ottenere l’emanazione di un Decreto Ministeriale che amplia il numero dei cavalli nati ed allevati in Italia che possono essere premiati in tali corse, sino al 6° posto in classifica.

- Nel settore dell’Endurance si è ampliato il novero delle gare in cui, sempre nell’ottica del sostegno all’allevamento, ANICA ha contribuito con montepremi in denaro e premi in generale.

In tutte le specialità sopradette sono stati predisposti e distribuiti crescenti montepremi per gli allevatori italiani di cavalli nati ed allevati in Italia, nei vari appuntamenti morfologici e sportivi del livello dei vari Campionati Nazionali

QUOTE ASSOCIATIVE, NOVITA'

Tre gli esempi più importanti da segnalare:

- il primo è la significativa riduzione della quota registrazione Puledri che passa da € 100,00 ad € 80,00;

- il secondo è la riduzione della quota maggiorata dell’embrione che passa da € 500.00 a quota € 75,00 per i Soci e da € 1.000,00 a € 150.00 per i non Soci;

- il terzo è la riduzione della quota annuale di rinnovo di iscrizione al Repertorio Stalloni che passa da 60,00 € a 40,00 €.

 

 

 

 

28 di 298

© 2013 ANICA - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy

Il sito ANICA utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione e per fini statistici anonimizzati.
Consulta l'informativa sulla privacy oppure continua la navigazione del sito cliccando sul bottone OK qui a fianco.