RIPRISTINATO IL SITO INTERNET ANICA

Guida Allevamenti

IL CAMPIONATO ITALIANO ANICA ENDURANCE 2019 HA FATTO BRECCIA NEL CUORE DEGLI APPASSIONATI

Pubblicato lunedì, 29 luglio, 2019

 

E’ calato ieri sera il sipario sull’Agriturismo il Felcino dove si è disputato il Campionato Italiano Endurance ANICA 2019.


A cavallo tra la provincia di Terni e di Perugia, si è scritta una pagina importante per ANICA nell’endurance.
Il Campionato Italiano riservato ai Purosangue Arabi iscritti all’Associazione ha fatto breccia nel cuore di tanti appassionati centrando un importante obiettivo.


Quello appena vissuto è stato il primo Campionato Italiano riservato ai cavalli arabi nati allevati in Italia disputato sulla distanza dei 120 km. e dove i livelli di competizione e qualità dei cavalli presenti, è stata davvero elevata.


In rappresentanza di ANICA erano presenti ben tre dei suoi esponenti, ovvero il Segretario Generale Domenico Ciceroni e i Consiglieri Annalisa Landucci e Valter Murino (referente endurance ANICA).


Gli stessi hanno potuto toccare con mano quanto il Campionato organizzato in accordo con l’Asd Wild Horse, fosse sentito dai partecipanti che hanno lottato per un posto al sole fino alla fine.


ANICA ha messo sul piatto per l’occasione l’importante montepremi di € 30.000 destinati ai migliori Purosangue Arabi nati e allevati in Italia.

Nella calda giornata di sabato si è disputata la “lunga” di giornata mentre nella bagnata domenica, le categorie nazionali, terminate attorno alle ore 15:00.


Da sottolineare che in questa categoria i primi cinque nel ranking finale erano tutti soci ANICA.


A mettere la firma sulla prima FEI CEI2* di 120 km targata ANICA è stato il due volte campione italiano Emanuele Fondi in sella a Socrate del Ma’ (Dorwan du Cayrou x Jodie du Paon). Il baio del 2011 allevato e di proprietà della Soc. Agr.la Del Ma’, “è un cavallo difficile da gestire” – dichiara il neo campione Emanuele Fondi che continua - “è uscito brillantemente da un problema fisico e questo risultato l’ha ampiamente rimesso in pista”.


La medaglia d’argento è andata sul collo di Turriga (Coreano x Estasiata) montato da Camilla Curcio. Turriga è uno stallone baio del 2012 allevato dalla Soc. Agr.la Fratelli Deriu e di proprietà di SistemaEventi.it


E’ la volta del bronzo e della best condition finite tra le braccia di Matteo Bravi agli ordini del Purosangue Arabo Amira Ruella (Bilal x Big Sky Fyrre), femmina baia del 2010 allevata dall’Az. Agr.la Ruella di Simona Di Battista e di proprietà dello stesso cavaliere che l’ha guidata in medaglia.


Il clima cambia voltando pagina e con esso anche il ricco cartellone gara del Campionato Italiano; è la volta della pioggia e delle tre categorie nazionali.


A mettere i sigilli sulla categoria CEN B/R 90 km. è stata la femmina PSA del 2012 allevata da Carol Mazzaia, Milordka de Helios (Magic IBN Mirage x Piroska de Helos) montata dall’attuale proprietario Nicolò Tallone.
Argento e bronzo a due PSA femmine, rispettivamente del 2012 e del 2013. Trattasi nell’ordine di Princess by Digoma (Wagner x Digoma) ed Elisa Materazzi che per l’occasione montava un cavallo allevato e di proprietà del socio ANICA Sandro Bottiglia e di Amir di Rifiglioli (Tirso x Balika), stallone montato di Antonello Mulas, allevato e di proprietà di Generali Alessandro – Valentina Arabians.


A Big Hldayr (AB Mostly La Piana x Da Natura), quinto classificato, la best condition della categoria montato e di proprietà di Generali Alessandro – Valentina Arabians allevato da Santino Campagna.


La categoria di regolarità di 60 km. CEN/A è volata nella mani di Giuseppe Ducci che guidava Marrazzu, (Ulumu x Unaiza del Menhir). Il maturo stallone sauro è stato allevato da Battista Meloni e oggi a casa di Generali Alessandro – Valentina Arabians.


A L&M Amira (CV Emiro by Wagner x Cheope di Zeus) del CI Tenuta l’Ambrosiana e Nicola Erculei è andato l’argento mentre il bronzo se lo è aggiudicato Ghassan By Luna (Othello RG x Luna by TF Laila) con il proprietario Michele De Mattia. Lo stallone del 2014 è stato allevato da Rita Barbera.


La lunga passerella si conclude con la gara più corta, quella di 22 km. debuttanti.

Vittoria per Tronu (Coreano x Inelmas) con Livia Rosellini. Lo stallone del 2012 è stato allevato da Antonio Deriu.

Seconda piazza per Maria Perotti e De Leon Alfabia (ZT Magnofantasy x Alfabia Sheba) stallone allevato dall’Az. Agr.la S. Pietro di Damiano Paolo e oggi a casa di Alfabia s.s..
Il bronzo è andato ad Isabella Cantani e Zuighe by Iglesias, giovanissimo figlio di (Nurachi x Iglesias) nato e allevato presso l’Istituto di Incremento Ippico Agris Sardegna oggi di proprietà di TSA Tuscia Servizi Agricoli.


La perfetta organizzazione “schierata” dal Wild Horse ha consentito, a dispetto delle estreme condizioni metereologiche della notte del sabato, di “incassare” il plauso unanime di cavalieri nazionali e internazionali unitamente al numeroso pubblico presente.


A proposito della presenza di cavalieri stranieri, da sottolineare quella del giovane Sceicco Tahnoon Bin Khalifa AL NAHYAN, diretto parente del Presidente degli Emirati Arabi. Lo Sceicco di Abu Dhabi ha terminato ottimamente la sua prova sui 120 km. montando un cavallo messo a disposizione dal socio ANICA Pietro Moneta e il suo Allevamento Nuova Santa Vittoria; trattasi di Farouche dei Laghi (Charife dell'Orsetta x Favola bint Eternity).
Lo stesso, nonostante la caduta senza conseguenze in prossimità del traguardo, ha dichiarato di aver apprezzato moltissimo la location, il percorso e l'atmosfera amichevole respirata. Visibilmente stanco ma soddisfatto, ha dichiarato di voler continuare a correre in Italia in futuro.


Prossimo appuntamento con l’Endurance ANICA in novembre a Follonica con una 120 e 90 km di galoppo per festeggiare il “40ennale” dell’Associazione.

Foto credit Sport Endurance EVO - Oreste TESTA

 

RANKING CEI2*

RANKING CATEGORIE NAZIONALI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 di 302

© 2013 ANICA - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy

Il sito ANICA utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione e per fini statistici anonimizzati.
Consulta l'informativa sulla privacy oppure continua la navigazione del sito cliccando sul bottone OK qui a fianco.